top banner

Orientation Week ovvero i primi giorni


Eccomi qua al LPC (Li Po Chun)! Arrivo con un pulmino al cancello dove dobbiamo scendere per avvisare la sicurezza che stiamo entrando. Sono molto simpatiche le guardie, non credevo ci fossero. Il pulmino mi porta fuori del mio Blocco dormitorio, non so ancora che è il più distante! Salgo in camera ed ho solo il tempo di appoggiare le valigie in camera che già Emilio, uno dei miei due secondi italiani, decide di portarmi a Sai Kung, una zona molto carina dove inizio a rendermi conto di quanto siano economiche le cose. I locali espongono i loro pesci in delle vasche lungo la strada, tuttavia non sono asfittici acquari come quelli in Italia; continuamente un uomo tira fuori pesci, non pesciolini, dentro queste vasche nuotano anche i più grandi pesci che io abbia mai visto, almeno 50 kg! Continuiamo e arriviamo in un locale dove i fantastici secondi ci offrono un gelato tipico, il gusto non è male in generale, solo una pallina mi risulta disgustosa, ma poiché mi stanno offrendo decido di mangiarla non badando al gusto, poi continuo con la parte migliore del gelato, che non è niente male! Facciamo un rapido giretto per il quartiere e torniamo in college per il check-in delle 9.30. Ora ho la possibilità di vedere con calma la mia camera, il mio angolo misura 4x5 metri. C’è un letto, un armadio, una scrivania, una cassettiera, due mensole, 2 cassetti e un mobiletto. Non male! Sono stanco. Mi metto a dormire.


Il giorno seguente (Domenica 6 settembre) mi sveglio con calma, tanto la domenica non ci sono limiti di tempo per la colazione, alle 10.00 inizia il brunch. La domenica la ho quasi tutta libera. Emilio mi accompagna, quindi, a fare alcuni acquisti, prima in un vicino centro commerciale, poi all’IKEA! Il centro commerciale è abbastanza diverso dai nostri, pur mantenendo sempre lo stile di un centro commerciale. Si arriva con la metropolitana e dista solo una fermata dal college, i corridoi non sono proporzionati alla quantità di gente che c’è, i negozi sono piccoli e all’interno non si trovano solo grandi marche o negozi ma anche negozi con la merce ammassata che esce dal perimetro del negozio stesso. Qua compro una SIM per 65HK$ (6,5€ circa), qualcosa per l’astuccio, shampoo, bagnoschiuma, … . Torniamo in college ad appoggiare le cose e ripartiamo subito dopo pranzo per l’IKEA, sì l’IKEA c’è anche ad Hong Kong! Si entra trascinati da un fiume di gente, dopo tre piani vuoti con solo scale mobili si arrivi alla zona di esposizione/vendita dove compro le tende per la mia camera, appendini e alcune cose utili per il mio angolo. Tornato indietro ho il ceremony party e poi il tutor meeting.

Potrei continuare a descrivere in modo così dettagliato tutte le giornate, ma credo risulterebbe alquanto noioso. Cercherò quindi di scrivere brevemente gli eventi principali.

Iniziando da dove avevo lasciato il mio tutor è un certo Jason (JJ). Lo incontro per la prima volta il 6 settembre durante il primo tutor meeting. Parla in modo molto pacato, ha i capelli corti che partono in tutte le direzioni e beve di continuo delle strane tisane, le ha dappertutto! Nei termos, in bottiglie, in borracce, … . Lo conosco meglio alcuni giorni dopo durante la tutor group dinner una cena che si fa una volta al mese con il proprio tutor group, ci porta in un ristorante cinese molto pittoresco nel nuovo complesso residenziale ancora in costruzione. Questo, ha infatti alla base un piccolo (per i loro standard) centro commerciale, molto diverso da quello visto nei giorni precedenti. Questo infatti mi appare più rudimentale, con i corridoi strettissimi e mal organizzato, se non ci fosse un soffitto nero con gli impianti a vista potrebbe trattarsi benissimo di un mercatino in un qualche vicolo. Il locale è composto da alcuni tavoli in plastica e delle sedie. Tutto, dalle pubblicità al menù è in cinese, decido quindi di scegliere una cosa a caso dal menù. Il tutor mi sembra molto simpatico, credo che riuscirò ad essere in sintonia.
Trovate di seguito i link agli album delle foto di questi giorni:

Music Night in LPC - 61 foto
HK Peak & Lights - 23 foto
Camp 2009 - 62 foto
HK mistery Tour & Cultural Evening - 150 foto

4 comments

Nicola 13 settembre 2009 15:29

Eh Piero, sempre detto che il ristorante cinese di Stefania, in piazzetta bel vedere *pubblicità occulta* è il migliore, anche di quelli in patria.
Infatti il menù è scritto in italiano/inglese e forse anche in cinese! ò.ò

Visto che mo non ho tempo di andare a spulciare tra gli album, ti chiedo direttamente: c'è una foto del tutor e una del tuo angolo ?_?

Ci sentiamo su skype per la partita di EE :D

ps. fammi sapere per l'iphone xD
pps. ricorda come devi piegare il bucato dopo aver stirato XD

Heik 13 settembre 2009 15:35

Devo farle quelle foto...
Certo!
Certo!
Non credo che piegherò in quel modo...

Lara 13 settembre 2009 23:34

ciao piccoloo!!! sono contenta che tu ti trova così bene..
un bacinoo dall'ovest ;)

Nicola 14 settembre 2009 16:40

Per esempio, la storia del tifone sarebbe ottimo materiale da blog e foto 8D

Apparte questo, ieri sera (ora locale) mi è venuto in mente di chiederti come stati messi a censura lì. Sarebbe quantomeno interessante osservare il fenomeno censura comunista dall'interno. Fammi sapere :)

Se ti é piaciuto il post perché non dare un voto a questo blog? If you liked this post why don't you vote for this blog?
 

Copyright © 2011 Geodetica | Powered by Blogger | Template by 54BLOGGER